Singolare, ma significativa manifestazione di protesta a Bari, da parte degli operatori dello spettacolo, duramente colpiti dalle chiusure forzate per il Covid19. A Piazza della Libertà è stato allestito un funerale con le attrezzature di scena, campane a morto e 110 bare poste una accanto all’altra per simboleggiare la morte del settore dello spettacolo. Su ogni bara, uno strumento di lavoro quali microfoni, luci, fari, strutture palco, amplificatori e impianti video. Ad organizzarla è stata la Federazione Aziende dello Spettacolo Puglia. “Quella di oggi è una installazione simbolica – ha dichiarato il presidente regionale della Federazione Pino Loconsole – che non ha nulla a che fare con i veri morti, ma è che è solo l’estremizzazione della condizione attuale. Il nostro gesto rappresenta l’estremizzazione di questa condizione, di quello che potrebbe diventare il prossimo futuro per le nostre attività, la morte, se non si prenderanno concreti provvedimenti”.