Da ieri in Puglia è possibile utilizzare farmaci contenenti anticorpi monoclonali per il trattamento dell’infezione da virus COVID -19. Come più volte sottolineato, dopo le sperimentazioni cliniche, si tratta di un’arma in più molto efficace per ridurre il rischio di degenerazione e complicanze, ma solo se il farmaco viene somministrato nella fase iniziale della malattia.

Il Dipartimento Salute regionale, in linea con le indicazioni ricevute dal Ministero della Salute e da AIFA, ha definito il modello organizzativo per l’utilizzo di questa nuova strategia di cura, in termini di gestione delle scorte, individuazione dei pazienti eleggibili al trattamento, prescrizione e somministrazione del farmaco.

L’individuazione dei pazienti da trattare spetta ai medici di medicina generale, ai pediatri di libera scelta, e alle unità speciali di continuità assistenziale, mentre la prescrizione e la somministrazione avverrà presso i Centri Ospedalieri autorizzati dalla Regione.