Presso l’ex scalo ferroviario di Lecce Surbo, di proprietà del Gruppo FS Italiane si è svolto un incontro, organizzato dalla Regione Puglia e Ferrovia dello Stato Sistemi Urbani alla presenza di numerosi imprenditori interessati al suo acquisto, per verificare le condizioni attuali dello scalo.

L’ex scalo, di circa 103mila metri quadrati è collocato in una posizione strategica lungo la linea ferroviaria Adriatica Ancona-Lecce, a meno di 5 chilometri dal centro storico di Lecce e a 30 minuti sia dall’Aeroporto del Salento (Brindisi-Casale) che dal Porto di Brindisi e per questo rappresenta una piattaforma logistica importante per lo sviluppo economico dell’intero Salento.

Il sopralluogo si è reso necessario per quantificare gli investimenti indispensabili da dover sostenere, come dovrà essere gestito e per avere maggiori informazioni sul numero di binari disponibili e sul numero di treni che lo scalo può accogliere.

A breve Ferrovie dello Stato fornirà tutte le risposte ai quesiti posti per programmare un piano economico e lanciare un bando di gara per vendere lo scalo e renderlo nuovamente operativo.