Nell’ambito del “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare” (decreto interministeriale n 395/2020) la Puglia candida tre progetti per accrescere nuove opportunità di fruizione di beni e paesaggi. La Regione Puglia ha candidato al finanziamento progetti per un ammontare pari a 15 milioni di euro per ciascun progetto.

Tra i progetti da realizzare vi sono: la riqualificazione e rigenerazione urbana e sociale del quartiere San Girolamo di Bari, l’immobile ex galateo di Lecce e la valorizzazione del mosaico agrario di San Severo che comprende an che i territori di Torremaggiore e San Paolo Civitate.

Secondo l’assessore all’ambiente Anna Grazia Maraschio tali progetti disegnano un ambiente territoriale teso a migliorare gli insediamenti urbani e favorirebbe l’uso dei beni patrimoniali pugliesi e l’economia ad essi correlata.

La scelta delle 3 proposte oltre a privilegiare diversi ambiti del territorio ha inteso perseguire diverse strategie per l’interessamento di beni immobili su scala crescente.

”Si tratta – ha concluso Maraschio – di provare ad immaginare un modo diverso di abitare, produrre, muoversi e consumare esaltando cosi le qualità del territorio stesso, caratterizzando cosi l’identità dei nostri luoghi”.

Scheda Esplicativa Sui Tre Progetti Candidati Al PIN Qualità Dell’abitare